Cast


regia di

Claudio Napoli


con

Yari Gugliucci

Marco Gallotta


da un idea di

Yari Gugliucci e Marco Gallotta


prodotto da

Claudio Napoli  Yari Gugliucci   Marco Gallotta


prodotto da

OKOZOKO LLC


produttore associato

Daniele Urciuolo - Alfiere Productions


fotografia e montaggio

Claudio Napoli


musiche

Andrea Pagani


camera crew

Gianni Fontana

Pina Mastropietro


New York City, un attore e un artista si preparano insieme, ma ognuno a suo modo, per incontrare Woody Allen.

Claudio Napoli, produttore, regista, supervisore effetti visivi e fotografo, da 6 anni vive e lavora a New York. Al suo attivo ha la regia di oltre 150 spot e la supervisione di effetti visivi digitali di oltre 50 film. Ha lavorato a moltissimi successi del cinema italiano e internazionale e collaborato con registi quali Tornatore, Angelopoulus, Parenti, D’Alatri, Verdone, Zeffirelli e Monicelli. Nominato con Proxima ai Premi David di Donatello per sei edizioni consecutive, nel 2006 vince, sempre con Proxima, il David di Donatello per i migliori effetti visivi con il film “Romanzo Criminale” di Michele Placido.  Dal 2010 Claudio si concentra su progetti video e fotografici artistici continuando a produrre contemporaneamente corporate video e spot pubblicitari.

Ha realizzato videoclip in grafica animata selezionati e premiati in molti festival internazionali tra cui NYCIFIF, Vegas Film Fest, Tokyo Lift-Off ed altri. Nel 2019 ha coprodotto il documentario “Larry’s Garage”, film sulla vita del Dj Newyorkese Larry Levan, che è attualmente on demand in 50 paesi. E’ membro dell’Accademia del Cinema Italiano e giurato dell’Ente David di Donatello.


Negli ultimi due anni ha esposto le sue foto a New York, Seoul, Milano e Torino.


Contatti: info@claudionapoli.com  claudionapoli.com  Instagram @claudio.napoli @claudionapolilife  IMDB

Yari Gugliucci e' un attore e autore italiano.

Nel cinema e' stato reso noto dall'interpretazione di Giancarlo Siani nella pellicola di Maurizio Fiume "E io ti Seguo" che gli e' valsa la canditatura al festival di Montreal nel 2005. Ha partecipato in diversi film Internazionali tra cui il remake di Camera Con Vista di Nicholas Renton per ITV1.Fiction come Gossip girls ,The  Mysteries of Laura per NBC in Italia Nassirija La vita Promessa di Ricky Tognazzi. Nelle pellicole di Lina Wertmuller e i Fratelli Taviani. A Teatro ha ricevuto riconoscimenti prestigiosi come Festival di Spoleto premio della giuria e Edimburgo Festival per l'incredibile interpretazione di Antonio De Curtis.

Di recente il premio della critica teatrale a Madrid che lo consacra tra gli attori di teatro piu' brillanti della sua generazione.


Autore di due best sellers Billy Sacramento e Secondo Billy Sacramento sui quali ha costruito i famosi stand up con Woody Allen al Carlyle.Gugliucci e' laureato in Sociologia e Filosofia.


Contatti: yarigugliucci@yahoo.it  https://www.cdastudiodinardo.com/artista_3852_1_1_Yari_Gugliucci.htm  Insta @yarigugliucci IMDB

Sinossi

Sullo sfondo di una Manhattan in continuo cambiamento, un attore (Yari Gugliucci) si pone delle domande esistenziali: perché non è stata inventata una parola magica che cancelli la maleducazione? Il sesso è sopravvalutato come l’uso dell’inglese e delle diete?

La tecnologia ci ha salvati o ci ha resi schiavi? …

Nel frattempo un artista (Marco Gallotta) compie la sua opera. E’ ammutolito dal caos che lo circonda e dal comportamento nevrotico dell’amico sull’orlo di una crisi di nervi.

Non resta che trovare un genio che abbia le risposte a tutti gli interrogativi sulla vita.

Waiting for Woody (Allen).

 

Waiting for Woody” è un originale e concitato monologo di un uomo che si interroga e cerca risposte offrendo insoliti e ironici spunti di riflessione.

Sia in fase di riprese che in post-produzione ho privilegiato l’immediatezza e l’essenzialità delle immagini. L’intenzione era quella di fare in modo che la macchina da presa fotografasse le sensazioni e che tutto venisse “catturato” in maniera estemporanea e veritiera. Era necessario che le immagini valorizzassero il particolarissimo flusso di coscienza creato e interpretato splendidamente da Yari e il tratto artistico di Marco.

Con la fotografia ho provato a rappresentare invece una New York poliedrica, una città che con la sua energia riempie ogni immagine. Un luogo in continua evoluzione, ma nello stesso tempo immutato ed eterno.

Il montaggio si è poi arricchito di elementi, suggestioni, intuizioni. Proprio in questa fase, lavorando sugli inserti, ho provato a far affiorare la presenza del grande Maestro. È stata una bella sfida giocare con tutte le componenti del racconto e trovare la giusta coesione.

Un’esperienza bellissima, ringrazio Yari Gugliucci e Marco Gallotta, amici e artisti che stimo da tempo.


Claudio Napoli

Tutto è cominciato in un bar di New York dove ho incontrato l’artista italoamericano Marco Gallotta. Avevamo in mente di prendere un caffè italiano di quelli buoni, che ci facesse tornare il ricordo di quei profumi e di quei sapori che ci mancavano della nostra Terra. Quella sera ho invitato Marco ad assistere al mio show nello stesso locale dove, da anni, si esibisce il grande Woody Allen. Avremmo voluto chiedere al Maestro tante cose sul Cinema, ma anche sulla sua visione della vita, sul senso delle esperienze. Lui aveva trovato le risposte a tutti gli interrogativi che ci eravamo posti in quella incredibile chiacchierata? Eravamo certi di sì.


Questo script nasce come si usava in Francia ai tempi della Nouvelle Vague o negli anni 70. La sceneggiatura ha preso vita sulle tovaglie di carta delle trattorie del Greenwich Village o sui tovagliolini dei bar di Soho. Marco Gallotta l’ha letta così, mettendo insieme un puzzle di carta e decifrando parole che entravano ed uscivano dai loghi colorati di luoghi incredibili di New York e in cui ero stato seduto in quei giorni. Ringrazio Claudio Napoli per aver accettato di dirigere questo progetto e Andrea Pagani per averlo impreziosito con la sua musica.

Yari Gugliucci

Marco Gallotta è nato in Italia nel 1973. La sua ispirazione artistica comincia nel Salernitano, poi in Trentino e a Londra.  Dopo varie tappe europee in cerca di contaminazioni e ispirazioni artistiche, nell’estate del 1998, decide di stabilirsi a New York. Qui rafforza la sua idea di arte, soprattutto instaurando un dialogo continuo e creativo con i movimenti consolidati della cultura newyorkese. Frequenta il “Fashion Institute of Technology (FIT”) dove si laurea in “General Illustration” e successivamente si specializza in “Fashion Illustration”. Il suo percorso artistico si muove tra l’attività di pittore e di illustratore. Oltre a varie esposizioni delle sue opere in Italia e negli Stati Uniti, come quelle nella galleria “One Art Space” di New York,  “Snap” di Orlando, la “Yeelen Gallery” di Miami e “Palace of Fine Arts” di San Francisco, ha stabilito importanti collaborazioni con Campari, Metropolitan Authority of New York, la Nike, Le Nazioni Unite, “Radio City Music Hall”, con il compositore italiano Ennio Morricone, la rivista “Vogue”, l’attore Will Smith e il marchio internazionale Chanel.

 

Alcune delle opere di Gallotta sono attualmente nelle collezioni private di Dolce & Gabbana, Will Smith, Samantha Bee e Renzo Rosso


Contatti: gallottanyc@gmail.com  marcogallotta.net  insta @marcogallotta

Andrea Pagani  Nato a Roma. Pianista,  compositore e arrangiatore. Vanta numerose collaborazioni con artisti italiani ed internazionali come Roberto Ciotti, Enrico Montesano, Acustimantico, Frank Catalano, Massimo Moriconi, Randy Roberts, Claudia Marss, Al Joshua, José Martillotta, ,Augusto Alves, con i quali ha inciso dischi e partecipato ai più importanti Festival  italiani ed internazionali di Jazz e Blues.

Ha al suo attivo 7 dischi da solista: “FOR THE SEA”(2007), “LE STORIE D’AMORE”(Pony Canyon, 2007) con il quale ha vinto il “Gold Disc Award” della rivista giapponese “Swing Journal”, "ANDREA PAGANI PLAYS PUCCINI" (Mojo Records, 2008), prodotto come il precedente da Makoto Kimata (già produttore di McCoy Tyner, Kenny Drew, Chet Baker),“BRAVI BRAVI, MA CE L’AVETE UNA CANTANTE?”(Zone di Musica,2012), “PETIT(e) SUITE POUR PHILIPPE” (Filibusta Records, 2015) da cui è tratto lo spettacolo teatrale “VIAGGIO SUL FILO”, “JAZZ IN BAG - ANGELINA ROMA” (2017) e “BLUE” (2019).

Il suo brano “A tear on my chest” è stato inciso dal pianista americano Cyrus Chestnut, nel cd “BLACK NILE”(M&I, 2008).


Contatti: andreapaganimusic@gmail.com   http://www.andreapagani.it @andreapaganimusic

Daniele Urciulo Produttore, direttore artistico. Nasce a Formia 34 anni fa. Nel 2010 si laurea in scienze giuridiche della negoziazione alla LUISS Guido Carli di Roma, nel 2013  fonda la Alfiere productions.

Ha lavorato in diverse produzioni cinematografiche e audiovisive.

E' ideatore e direttore artistico del Formia Film Festival e dell'Ulysses Film Festival. Presidente del Catania Film Fest. Ha prodotto vari short film, videoclip musicali e spot. Nel 2017 ha prodotto lo spettacolo teatrale "Un Principe in frac", ispirato alla vita di Antonio De Curtis. 


Contatti: d.urciuolo@gmail.com

info@waitingforwoody.infomailto:info@waitingforwoody.infomailto:info@waitingforwoody.info?subject=info%20Waiting%20for%20Woodyshapeimage_2_link_0

The Director

The Actor

The Artist

The Musician

The Co-producer

info@waitingforwoody.infomailto:info@waitingforwoody.infomailto:info@waitingforwoody.info?subject=info%20Waiting%20for%20Woodyshapeimage_3_link_0

info

Bio

2020 @